Il Progetto

Il progetto „The Green Mobility of the Future" è un iniziativa progettuale coordinata da TIS innovation park e finanziata dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) che affronta in maniera sinergica diversi macro-temi attraverso due linee di intervento:
Linea 1: „Sistemi co-modali per la mobilità sostenibile"che prevede al suo interno

iniziative di promozione di sistemi avanzati di car sharing, car pooling e bike sharing.
Linea 2: „Sistemi cooperativi per la mobilità del futuro"in cui verranno realizzate attività di approfondimento relative alle tecnologie future di comunicazione tra gli elementi del trasporto stradale.

La Visione

La visione del progetto è quella di creare le basi per l'introduzione a livello locale di nuovi ed efficienti schemi di mobilità "intermedia" connessa (car sharing, car pooling, bike sharing) che possano rispondere da un lato alle sempre più complesse esigenze di spostamento da parte dei viaggiatori, e dall'altro lato consentano di garantire in futuro una maggiore sostenibilità del sistema di trasporto locale. Per permettere questo, è necessario quindi creare le condizioni perché questi schemi abbiano fin da principio una fortissima integrazione con il sistema di trasporto pubblico locale già esistente (es. treni, autobus, funivie, ecc.). Di conseguenza, attraverso l'incentivazione di schemi multi-modali, sarà possibile aumentare il grado complessivo di flessibilità e comfort dell'offerta

di trasporto, con la possibilità per cittadini e turisti di avere alternative sempre più varie e competitive rispetto al mezzo motorizzato privato. L'evoluzione del concetto di mobilità sarà quello di mobilità come "servizio", e non più come "possesso di un veicolo privato". Tuttavia, le sole tecnologie ICT non sono in grado di stimolare un cambiamento come quello che si intende avviare con il presente progetto. Risulta quindi di fondamentale importanza il coinvolgimento diretto sia degli stakeholder locali che degli utenti finali, in modo da avviare un reale processo di accettazione di questi concetti e quindi di trasformazione positiva della mobilità locale

Obiettivi e risultati attesi

Gli obiettivi primari che il progetto si pone sono:

  • 1

    creare una solida predisposizione da parte di utenti e stakeholder locali (comprese pubbliche amministrazioni e aziende private) ad attivare e/o aderire a sistemi di trasporto co-modali innovativi;

  • 2

    porre le basi per un cambiamento culturale nella percezione dei valori associati alla mobilità, che si basi non più su spostamenti motorizzati individuali ma su itinerari multi-modali favoriti da una connessione diretta tra i vari attori del trasporto.

  • 3

    rendere partecipi gli attori locali del potenziale e delle prospettive future fornite dalle nuove tecnologie ICT applicate al mondo del trasporto stradale.

I risultati attesi possono essere così sintetizzati:

  • 1

    promozione dell'imprenditorialità per l'attivazione e lo sviluppo locale di questi sistemi;

  • 2

    realizzazione di attività di disseminazione e sensibilizzazione rivolta all'utente finale, da integrare con altre iniziative locali già presenti nel campo della mobilità sostenibile;

  • 3

    realizzazione di attività di trasferimento tecnologico basate su:

    1. analisi di scenari e casi d'uso realizzabili attraverso lo sviluppo di questi nuovi concetti di mobilità;
    2. studi riguardo lo stato dell'arte e le prospettive a livello internazionale;
    3. sperimentazione di sistemi dimostrativi, da organizzare in collaborazione con aziende ed altre organizzazioni locali.

Piano di lavoro

Il piano di lavoro è organizzato in diversi pacchetti di attività (Work Packages) che agiscono su più livelli:

  1. a livello organizzativo: per garantire che le attività e gli obiettivi del progetto vengano raggiunti nel rispetto dei vincoli temporali e finanziari previsti;
  2. a livello sociale: per favorire l'attivo coinvolgimento di stakeholder e utenti finali e permettere quindi di avviare il processo di cambiamento culturale nella percezione della mobilità;
  3. a livello tecnologico: per l'approfondimento tecnico delle soluzioni analizzate nel contesto del progetto.
Nello specifico, il progetto è articolato in sei differenti fasi di progetto:
  1. WP1 – Project Management
    In questa fase vengono svolte tutte quelle le attività di supervisione, gestione e coordinamento tecnico e finanziario del progetto necessarie per la sua buona riuscita.
  2. WP 2 – Sistemi tecnologici e concetti per la mobilità del futuro
    In questo WP viene realizzata un'analisi delle tecnologie e degli scenari di mobilità cooperativa, tesa soprattutto a identificare come queste tecnologie possono rappresentare un elemento abilitante per la diffusione di sistemi co- e multi-modali. Tale analisi verrà contestualizzata rispetto alle esigenze dell'Alto Adige, con l'obiettivo di proporre una roadmap per il medio-lungo periodo per la reale introduzione di questi scenari a livello locale.
  3. WP 3 – Car Sharing promotion initiatives
    Queste fasi, che si sviluppano in modo parallelo e complementare tra di loro, si occupano di analizzare le tecnologie abilitanti alla base dei moderni sistemi di mobilità co-modale, di valutare le nuove funzionalità e i nuovi business models, e di effettuare una panoramica delle iniziative internazionali più interessanti, sia a livello sperimentale che di ricerca.
  4. WP 4 – Car Pooling promotion initiatives
    Queste fasi, che si sviluppano in modo parallelo e complementare tra di loro, si occupano di analizzare le tecnologie abilitanti alla base dei moderni sistemi di mobilità co-modale, di valutare le nuove funzionalità e i nuovi business models, e di effettuare una panoramica delle iniziative internazionali più interessanti, sia a livello sperimentale che di ricerca.
  5. WP 5 – Bike Sharing promotion initiatives
    Queste fasi, che si sviluppano in modo parallelo e complementare tra di loro, si occupano di analizzare le tecnologie abilitanti alla base dei moderni sistemi di mobilità co-modale, di valutare le nuove funzionalità e i nuovi business models, e di effettuare una panoramica delle iniziative internazionali più interessanti, sia a livello sperimentale che di ricerca.
  6. WP 6 – Tavoli di lavoro, sensibilizzazione e disseminazione.
    Attraverso questo WP si intende da una parte stimolare gli stakeholder locali a sviluppare progetti innovativi in questo campo attraverso delle attività di trasferimento tecnologico rispetto ai contenuti sviluppati nei WP precedenti; d'altra parte, si intende dare visibilità al progetto soprattutto a livello locale, allo scopo di promuovere un generalizzato cambiamento culturale e creare una diffusa predisposizione ad utilizzare i sistemi innovativi proposti e studiati nel corso del progetto.