imag_one_top
page-image

car sharing

Cos'è e come funziona?

Il car sharing è un servizio che permette di utilizzare una flotta di veicoli in condivisione. Normalmente l'utilizzo avviene su prenotazione prelevando e riportando i veicoli in punti prestabiliti e pagando in ragione dell'utilizzo che ne viene fatto.

image

COS'È?

Il termine car sharing deriva dall'inglese e significa condivisione dell'auto. Tale servizio viene spesso proposto all'interno di politiche di mobilità sostenibile per favorire il passaggio culturale dal concetto di possesso del veicolo a quello di utilizzo dello stesso. Attraverso tali servizi si vuole quindi consentire al cittadino di rinunciare al proprio veicolo mantenendo comunque un elevato grado di flessibilità. In questo modo l'auto passa dall'essere un bene di consumo ad essere un servizio. Tipicamente il servizio è gestito da un'organizzazione con o senza scopo di lucro, che mette a disposizione, a seconda del bacino di utenza, una flotta più o meno numerosa di veicoli. Il car sharing può essere quindi paragonato ad un servizio di "autonoleggio ad ore" con le automobili in attesa di utilizzo in sosta in diverse aree di parcheggio all'interno di una città e/o di un territorio.

image

COME FUNZIONA?

Il principio di funzionamento dei sistemi di car sharing è piuttosto semplice e normalmente prevede che l'utente debba registrarsi al servizio prima di poterne usufruire. Una volta compiuto questo passo iniziale, tipicamente attraverso delle procedure online, l'utente può utilizzare i veicoli eseguendo i seguenti passi: prenotazione dell'auto, telefonicamente o via web; ritiro dell'auto presso il parcheggio prescelto, previa una fase di identificazione che avviene attraverso una carta contactless che apre il veicolo; utilizzo del veicolo per i propri fini; riconsegna dell'auto in uno dei parcheggi dedicati al servizio di car sharing (tipicamente lo stesso in cui è avvenuto del ritiro). L'utente è inoltre tenuto a doversi occupare fisicamente di effettuare i rifornimenti recandosi presso i distributori convenzionati che fattureranno il costo del carburante direttamente al servizio di car sharing. Al fine di incentivare gli utenti a non lasciare la macchina con poco carburante, si possono prevedere sia delle promozioni o degli sconti per tutti coloro che effettuano un'operazione di rifornimento, e/o delle penalizzazioni per tutti coloro che lasceranno il veicolo a secco.

image

QUANTO COSTA?

Il costo per l'utente può essere calcolato in diversi modi e prevedere diverse modalità di tariffazione: al chilometro, a tempo oppure una combinazione delle due. Inoltre a volte può essere previsto un costo aggiuntivo di abbonamento annuo al servizio. L'utente che utilizza un servizio di car sharing si trova quindi a pagare solamente in base al consumo effettivo e quindi non deve far fronte ai costi fissi legati al possesso di un veicolo. Le modalità di calcolo dei costi e delle tariffe variano a seconda dei gestori e vengono calcolate in modo da coprire tutte le diverse voci di spesa che devono essere sostenute (assicurazione, tasse, carburante, manutenzione ordinaria e straordinaria, assistenza, ecc.).

image

COME SI INTEGRA?

I servizi di car sharing risultano ben integrabili con i sistemi di trasporto pubblico locale. I principali poli di destinazione, quali stazioni ferroviarie, autostazioni, grossi poli lavorativi, poli commerciali, ecc. possono rappresentare i punti ideali di ritiro/consegna dei veicoli. In questo modo il car sharing non intende sostituire le soluzioni già esistenti ma va ad integrarsi semplicemente offrendo una valida alternativa in multi-modalità all'utilizzo del mezzo privato.

Vantaggi

I vantaggi offerti da un servizio di car sharing sono numerosi ed hanno ricadute sia sul singolo cittadino che sulla collettività. Qui di seguito ne riassumiamo alcuni:

  • 1

    Aumenta la flessibilità

    Il car sharing soddisfa gran parte delle esigenze di mobilità soprattutto se adeguatamente integrato con il trasporto pubblico locale e le altre offerte di mobilità presenti sul territorio.

  • 2

    Riduce i costi

    Abbattimento dei costi in quanto l'utente finale pagherà in base all'utilizzo effettivo del veicolo eliminando quindi i costi fissi legati al possesso di un veicolo.

  • 3

    Aumenta gli spazi liberi

    Grazie all'utilizzo condiviso il tempo di utilizzo dei veicoli aumenta portando ad una riduzione del numero di automobili parcheggiate a bordo strada con un conseguente aumento di spazio libero che potrebbe essere destinato ad altri usi.

  • 4

    Offre auto di ultima generazione

    Le auto utilizzate saranno sempre di ultima generazione e caratterizzate da un alto livello di manutenzione, a causa di una maggiore necessità di ricambio della flotta dovuto ai maggiori chilometri prodotti rispetto al proprietario singolo medio. Ciò comporta che le auto, essendo sempre di recente produzione, saranno dotate sempre delle più recenti tecnologie di bordo, consentendo di mantenere sia un elevato standard di sicurezza che bassi livelli di inquinamento.

  • 5

    Offre un'ampia varietà di scelta

    Il car sharing, attraverso un parco macchine che dispone di veicoli di diversa natura (per dimensione ed in alcuni casi anche di alimentazione), consente all'utente di scegliere di volta in volta il mezzo che soddisfa meglio le proprie esigenze.

Visti i notevoli benefici per la comunità molti comuni tendono a favorire l'uso di questi servizi fornendo agli utenti ulteriori vantaggi.

  • 1

    Uso delle corsie preferenziali

    In alcune aree urbane dove sono presenti servizi di questo tipo le amministrazioni locali hanno deciso di permettere di utilizzare le corsie preferenziali generalmente dedicate a bus e taxi anche ai veicoli dei servizi di car sharing. In questo modo l'utente finale che utilizza tale servizio si sposterà in maniera più semplice e rapida rispetto a coloro che utilizzano il proprio veicolo privato.

  • 2

    Diritti di accesso privilegiati

    In alcuni casi, viene consentito ai veicoli del car sharing di accedere anche a zone con particolari limitazioni al traffico cittadino.

  • 3

    Privilegi per la sosta

    Per stimolare l'utilizzo dei sistemi di car sharing molte aree urbane offrono ai clienti la possibilità di sostare gratuitamente nelle zone adiacenti al centro come anche nei parcheggi a pagamento.

  • 4

    Meno restrizioni del traffico

    Considerando che il parco macchine di un servizio di car sharing sarà sempre di ultima generazione gli utenti avranno la possibilità di circolare anche in periodi di limitazione del traffico (es. targhe alterne, blocchi della circolazione per superamento delle soglie di inquinanti, ecc.).